Ente di Gestione delle Aree Protette del Ticino e del Lago Maggiore
Stemma/Logo Ente di Gestione delle Aree Protette del Ticino e del Lago MaggioreEnte di Gestione delle Aree Protette del Ticino e del Lago Maggiore
Home -> Fruizione -> Strutture di Interesse


Strutture di Interesse
Seleziona l'Area di Intervento:
Seleziona la categoria di struttura:
Torna Indietro
Villa Picchetta

Zoom
Villa Picchetta
Comuni associatiCameri
Villa Picchetta di Cameri, signorile sede e proprietà del Parco, già citata nei documenti del XVI secolo, sovrasta la valle del Ticino. E’ arricchita da tre giardini, dalla Sala dell’Ottagono con i suoi affreschi e dalla Sala Est con un imponente camino. Lo storico edificio, acquisito nel 1989 grazie al contributo della Regione Piemonte, era in passato la dimora padronale di un antico complesso agricolo, la Cascina Picchetta, costituito da rustici e dalla villa stessa, posta al centro dell’insediamento, che ancora oggi si distingue per i caratteri signorili dell’architettura.


Dal gennaio 2001 è divenuta sede del Parco e ne ospita gli uffici. L’intero edificio è organizzato con struttura a pianta ad “U” con torrette poste agli angoli e dominato, al centro, da un tiburio con lanterna. Ancora ben conservate sono le ricche decorazioni a grottesca della Sala dell’Ottagono e quelle del Portico sul lato ovest, con raffigurazioni paesaggistiche.
Da documenti dell’epoca sappiamo che nel 1575 Lucrezia Cioccara, nobildonna milanese moglie di Francesco Cid, acquisiva alcuni possedimenti, fra cui “la Ghisolfa cum domo dicta la Pichetta”. L’insediamento, corredato da boschi, prati e vigne, comprendeva case rustiche, una grande stalla, casseri e un edificio signorile, definito “palatium”, da identificarsi con la costruzione oggi sede del Parco.

Nel corso dei secoli XVII e XVIII il nucleo cinquecentesco venne ampliato. La proprietà passò in seguito dalla famiglia Cid ai Gesuiti, come eredità dal nipote di Lucrezia. Dal 1779, con la soppressione dell’Ordine, il complesso appartenne ai nobili Natta d’Alfiano fino al 1833, quando fu nuovamente venduto. Per successive vendite o eredità passò quindi a diversi altri proprietari, finché nel 1989 fu acquistato dal Parco.

La Villa, dopo il restauro delle parti architettoniche e dei giardini, è divenuta oggi non solo la sede dell’Ente, ma anche teatro di svariati eventi e manifestazioni, fra cui convegni, concerti, esposizioni, mostre, proiezioni, serate divulgative e altri appuntamenti culturali.
Dalla primavera all’autunno e secondo un calendario stabilito annualmente, nei pomeriggi di alcune domeniche le grandi sale al piano terreno e i giardini sono aperti al pubblico e visitabili gratuitamente, anche con la possibilità di fruire di visite guidate. Dalla Villa partono inoltre itinerari ciclabili e pedestri.
La Villa si raggiunge dall'abitato di Cameri (NO) imboccando la Via Picchetta dal Santuario della Madonna di S. Cassiano e seguendo le segnalazioni. E’ dotata di un parcheggio a 150 metri e nelle immediate vicinanze esistono possibilità di ristoro, alloggio e un centro equestre.

Ingresso: Ingresso e visite guidate gratuite a villa e giardini.