Ente di Gestione delle Aree Protette del Ticino e del Lago Maggiore
Stemma/Logo Ente di Gestione delle Aree Protette del Ticino e del Lago MaggioreEnte di Gestione delle Aree Protette del Ticino e del Lago Maggiore
Home -> Fruizione -> Itinerari


Itinerari
Seleziona l'Area di Intervento:
Seleziona la categoria di itinerario:
Torna Indietro
Percorso Vita Parco Lame del Sesia

Zoom
Percorso Vita Parco Lame del Sesia
punto partenzaAlbano Vercellese - Vicinanza sede Parco
caratteristicheSentiero di 1.500 mt suddiviso in 16 tappe di esercizi da svolgere a corpo libero o con attrezzi ginnici; tempo di percorrenza circa 1 ora; depliant ritirarlo alla sede del parco con carta allenamento.
informazioniII Percorso Vita consiste in un equilibrato "programma" di attività motorie, da eseguire a corpo libero e con l'ausilio di attrezzi ginnici, allo scopo di migliorare lo stato di salute psico-fisica generale dei frequentatori.
Si rivolge a tutti: bambini e adulti, anziani, atleti, permettendo l'adattamento del programma alle specifiche condizioni e possibilità di ognuno.
Nei paesi come Svizzera, Germania, Francia, Austria, dove i Percorsi Vita sono ormai diffusissimi, si è verificata un'assidua e crescente partecipazione di persone di ogni età, ceto sociale e professione.
I motivi di questo successo sono molti, fra i quali:
La possibilità, d'essere frequentato da tutti: la famiglia in tutti i suoi componenti; l'atleta per l'allenamento sportivo; le persone in precarie condizioni di forma e salute che possono limitare la quantità e l'intensità di esecuzione in base alle specifiche esigenze.
La gradualità dell'impegno che in modo facile e piacevole coinvolge armonicamente tutte le parti del corpo, come sotto la guida di un esperto istruttore sempre disponibile.
L'ambientazione dei percorsi nel fresco e salutare verde dei boschi e dei parchi.
La libertà di scelta dei giorni e degli orari di frequenza; di utilizzo per il singolo, la coppia, il gruppo; di intensità e quantità dell'esercizio.

II Percorso Vita si svolge lungo un sentiero di circa 1.200/1.500 metri, che si sviluppa nel verde di un bosco o di un parco urbano; è suddiviso in sedici tappe distanziate di circa 80/100 metri l'una dall'altra.
Dopo la prima tappa di presentazione, le altre quindici indicano ognuna un tipo diverso di esercizio: sette a corpo libero e otto da eseguire con l'ausilio di attrezzature. Le tappe si raggiungono ad un leggero passo di corsa, senza eccessivi sforzi, respirando profondamente per la migliore coordinazione aerobica del movimento.
È consigliabile nella valutazione iniziale delle quantità di esercizi da eseguire tener conto di una certa gradualità nel tempo: partire con pochi e semplici esercizi per arrivare, con il crescere della forma fisica, a maggiori impegni e stimoli motori.
Per tutti i frequentatori è consigliabile una preventiva accurata visita medica.
Il "programma" prevede in ordine le seguenti fasi:
fase di riscaldamento: con quattro esercizi di preparazione fisica e mentale;
prima fase intensiva: quattro esercizi di crescente valore psicofisico;
sosta e preparazione intermedia: esercizio di controllo e di preparazione alla seconda fase;
seconda fase intensiva: quattro esercizi di diverso valore, verificanti la propria padronanza fisica;
fase di raffreddamento: due esercizi per la verifica dello stato di forma e di normalizzazione respiratoria.
Il Parco si percorre a piedi o in bicicletta; particolarmente interessanti sono il sentiero didattico autoguidato, per chi vuole avventurarsi da solo e conoscere gli aspetti peculiari del Parco e il “percorso vita”, per chi ama allenarsi in mezzo al verde lontano dallo smog cittadino.
Il sentiero didattico autoguidato si dirama nel fitto del bosco attraversando ruscelli, costeggiando le Lame, giungendo sui Gerbidi e continuando sull’argine e sul greto fino al fiume per chiudersi infine ad anello; della lunghezza di un paio di cPercorso Ciclabilehilometri, ci si accorge con stupore delle meravigliose realtà di questo luogo. Semplicemente passeggiando e leggendo le informazioni che via via si incontrano su apposite strutture in legno e localizzate in punti ben precisi, si possono conoscere dettagli sui diversi ambienti del territorio: il bosco, le Lame, i Gerbidi, il fiume e il vivaio. Passeggiando in tutta tranquillità, si può osservare e conoscere il nome delle piante, degli animali e degli ambienti che si stanno attraversando. Per chi vuole vagare liberamente invece esistono sentieri che conducono o nei punti più rPercorso Autoguidatoemoti del bosco o sugli ampi e luminosi greti del fiume Sesia. Luoghi che a ogni stagione presentano aspetti differenti. Il “percorso vita” invece, ideato per gli sportivi, permette un certo numero di attività motorie nella fresca area boschiva.
Il percorso, lungo circa un chilometro e mezzo, è suddiviso in sedici tappe.
Ogni 80-100 metri un cartello presenta gli esercizi da svolgere, a corpo libero o con attrezzi ginnici.