Cascina Casone-Montelame

La Cascina Casone-Montelame è un punto di riferimento nel cuore del Parco del Ticino, dove sono in progetto strutture ricettive, agricoltura biologica, attività sociali, didattiche e scientifiche. Nel maggio 2002 il Parco Naturale della Valle del Ticino, ha acquisito la proprietà dell’area Casone-Montelame, situata nel territorio del Parco all’interno del comune di Pombia.
Si tratta infatti dell’acquisizione pubblica di un’area vasta oltre 210 ettari (160 a bosco e 50 a prato) con riserve naturali speciali e aree di conservazione agricola, boschi, roggia, brughiere, contenuti in una penisola disegnata dalle anse del fiume e con strutture edilizie (Cascina Casone, Mulino, Cascina Montelame con stalle e galoppatoio coperto, Cascina Colombara) che si prestano a vari usi.
Il Casone-Montelame, è un ambiente di alto pregio naturalistico: riserve naturali speciali, aree di conservazione agricola, boschi, rogge e brughiere, il tutto confinato in un’ansa del fiume. E' anche un complesso edilizio composto da due cascine, che danno il nome all’intera zona, di cui una con stalle e galoppatoio coperto e da un mulino. Queste strutture, ora che sono diventate di proprietà pubblica, ben si prestano ad altri usi a vantaggio della comunità e comunque sempre nel rispetto delle finalità contenute nella Legge istitutiva del Parco. Ed è proprio questo lo spirito, condiviso anche dalla Regione Piemonte che ha finanziato gran parte dell’operazione, che ha mosso il Parco all’acquisto dei beni.
Obiettivo del progetto di recupero del Casone-Montelame, che prevede interventi di manutenzione straordinaria, è dotare il Parco di strutture di accoglienza oggi mancanti e dar vita ad un circuito di carattere agricolo con finalità didattiche, tecniche e scientifiche.